Spettacolo di Teatro Danza sulla Sclerosi Multipla

L’ECLISSI – Convivere con la Sclerosi Multipla

Stasera 11 novembre alle 23:30 su RAIUNO, non perdete il documentario di Speciale TG1 “L’ECLISSI – Convivere con la Sclerosi Multipla”. La regia è di Simone Campanati, tra i protagonisti Erica Brindisi, Massimo Pedroni e Grazia Persia.

Comunicato Stampa:

Roma, 10 nov. – Speciale Tg1 il Documentario, in onda domenica 11 novembre alle 23.30 su Rai1, propone un documentario che viaggia fra speranza e disperazione, “L’eclissi” di Simone Campanati. Racconta una malattia, la sclerosi multipla, attraverso le testimonianze di chi soffre, ma con un punto di vista completamente diverso dal solito, cercando di mettere in luce il nuovo modo di rapportarsi col mondo, la riconsiderazione del proprio ruolo e gli obiettivi della vita. Ripercorre e descrive i momenti fondamentali della malattia, dal momento della scoperta, al rifiuto di considerarsi colpiti da qualcosa che si era sempre pensato lontano dalla propria vita, alla negazione fino all’accettazione consapevole. La telecamera descrive come cambiano le “cose normali” della vita: passeggiare, accompagnare il figlio a scuola, parcheggiare l’auto, mentre la forza di volontà spinge a mantenere il proprio ruolo: quello di scrittore e autore, di medico e addirittura di ballerina. Il rumore metallico della risonanza magnetica ci porta duramente alla realtà, ma “l’eclissi” lascia una sensazione di ottimismo che sembrerebbe impossibile in un documentario che racconta con profondità e attenzione scientifica la sclerosi multipla.

Annunci

2 Risposte

  1. annalisa

    salve a tutti in quanto malata di sclerosi, ho trovato il doc.trasmesso domenica sera veramente triste e fatto male, oltretutto molto datato sotto ogni punto di vista.
    x i giovani affetti da tale malattia non è stato un bel vedere
    tutt’altro…….vogliamo poi parlare delle musiche?????da film dell’horror…..

    15 novembre 2012 alle 13:30

  2. giuserossetti

    Salve Annalisa.
    Prima di tutto grazie per aver dedicato il suo tempo nell’esprimere un parere. Non si aspetti astio, accettiamo ben volentieri i giudizi altrui e, mi creda, è marginale che siano arrivati numerosi riscontri positivi soprattutto da parte di giovani. Mi permetta inoltre di aggiungere che, essendo il signor Claudio Simonetti uno dei miei punti di riferimento musicale sin dall’infanzia, mi ha riempito il cuore leggere l’ultima sua riga.

    Le auguro una buona serata.

    15 novembre 2012 alle 19:18

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...